Itinerari

LE LANGHE E LA FIERA DEL TARTUFO

Data di partenza

4, 11, 18 e 25 OTTOBRE, 1 novembre

Durata

1 giorno

Alloggio

Non previsto in quanto tour in giornata

Partenza da

Brescia, Rovato, Valle Seriana, Bergamo, Trezzo sull’Adda, Sesto San Giovanni, Milano/Molino Dorino.

La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è una delle principali vetrine dell’alta gastronomia e delle eccellenze italiane.
Cuore della Fiera è il Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba; al suo interno c’è l’Alba Truffle Show, lo spazio degli Show Cooking, con grandi chef, le Analisi Sensoriali del Tartufo, le Wine Tasting Experience, i gemellaggi con territori d’eccellenza enogastronomica e i Matrimoni del Gusto, tra le colline delle Langhe e del Monferrato, accompagnati da ospiti, incontri e dibattiti.

Ma la Fiera è anche folclore e grandi rievocazioni storiche, oltre ad avere una funzione didattica studiata per i più piccoli, con l’Alba Truffle Bimbi, il padiglione dedicato ai bambini e alle loro famiglie.

Mete principali

ALBA E LE LANGHE

Prezzo a persona

€ 65

Quota individuale adulti

fissa un appuntamento

L'EVOLUZIONE DELLA FIERA DEL TARTUFO

Una prima mostra del tartufo venne proposta nel 1928, grazie al ristoratore Giacomo Morra, che decise di valorizzare questa eccellenza, riconoscendone il grande potenziale enogastronomico e turistico, coniando per la prima volta il nome “Tartufo d’Alba”.
Il successo di questa iniziativa fu così grande che si scelse di trasformarla in un'esposizione permanente, introducendo anche un premio per i migliori esemplari di tartufo. Negli anni, la fiera strinse il suo legame con i prodotti tipici del territorio, in particolar modo con i vini, incrementando anche le proposte culturali, che divennero più varie, per attirare un maggior numero di turisti e visitatori.

All’aspetto enogastronomico si aggiunsero poi la storia e la tradizione delle comunità locali e la Fiera consolidò il proprio prestigio, mentre l’afflusso alla manifestazione crebbe di anno in anno, fino a diventare internazionale.

LA NOCCIOLA CHE HA CONQUISTATO IL MONDO

Non è solo il tartufo a rendere la zona una delle eccellenze gastronomiche d'Italia... La varietà di nocciolo coltivata in Piemonte è la Tonda Gentile Trilobata e la sua produzione è concentrata nelle province di Cuneo, Asti e Alessandria, in un area compresa tra le colline delle Langhe e del Monferrato. La denominazione IGP garantisce agli utilizzatori ed ai consumatori la qualità e l'autenticità del prodotto ed è particolarmente apprezzata dall'industria dolciaria per i suoi elevati standard qualitativi: la forma sferoidale del seme, gusto ed aroma eccellenti dopo la tostatura, l'elevata pelabilità e la buona conservabilità.

La Nocciola Piemonte è universalmente riconosciuta come la migliore al mondo.

PROGRAMMA DEL VIAGGIO

Giorno 1 - ALBA & LE LANGHE: LA FIERA DEL TARTUFO

Giorno 1 - ALBA & LE LANGHE: LA FIERA DEL TARTUFO

Partenza al mattino presto dalla località prescelta alla volta di Alba, la capitale delle Langhe.

Passeggiata con guida per il centro storico. Municipium romano nel 89. a.C., Alba raggiunse il suo massimo splendore nel XII secolo, guerreggiando in concorrenza con la vicina Asti. Detta "La città delle 100 torri", la cittadina ha uno splendido centro storico medioevale in mattoni, dove in questo periodo si svolge la Fiera Internazionale del Tartufo”. In occasione della fiera, la città propone una rievocazione storica, con musiche, spettacoli e costumi medievali. Molte le occasioni per lo shopping enogastronomico.

Pranzo libero. Nel pomeriggio tour panoramico con guida per le colline di Langa fino a Barolo. Visita del meraviglioso borgo annoverato tra i borghi più belli d’Italia e al WIMU, il più innovativo museo del vino in Italia e tra i più importanti al mondo. Questo museo sorge nel cuore di un territorio famoso nel mondo per i suoi vini e all’interno di un castello dalla storia millenaria e propone un viaggio interattivo ed emozionale attraverso la cultura e la tradizione del vino.

Al termine partenza per il viaggio di rientro, con arrivo in serata.


Condividi itinerario

informazioni utili

  • COSA MANGIARE...

    Il territorio propone piatti della tradizione contadina, in particolare una vasta gamma di formaggi, di cui i più rinomati sono la Robiola ed il Bra, nelle sue varianti duro e tenero.
    La vera perla della gastronomia locale è però costituita dal tartufo bianco d’Alba, al quale si affiancano la pregiata Nocciola Piemonte IGP e le carni degli allevamenti bovini di razza piemontese.

  • COSA BERE...

    La zona delle Langhe è famosa per la produzione di una vasta gamma di vini estremamente pregiati. Le tipologie più raffinate comprendono: il Barolo D.O.C.G., il Barbera d'Alba D.O.C., il Moscato D.O.C.G. ed il Dolcetto d'Alba D.O.C.

si parte

Un viaggio alla scoperta della celebre produzione enogastronomica delle Langhe, in una location unica, sospesa nel tempo, tra natura e rimandi medievali.

Vuoi partecipare a questa esperienza?





Accetto la Privacy Policy